Home > PROMOZIONI

PROMOZIONI

Bonus Mobili 2024

Bonus mobili 2024: come funziona e quali sono le spese detraibili?

Non cambiano rispetto allo scorso anno requisiti e istruzioni da tenere a mente, ma a partire dal 1° gennaio si è ridotto il limite delle spese ammesse in detrazione, passato da 8.000 a 5.000 euro.

Resta confermata la regola generale che prevede la possibilità di accesso alla detrazione fiscale del 50 per cento esclusivamente in caso di esecuzione di lavori di ristrutturazione edilizia.

Bonus mobili 2024: come funziona e requisiti

Tra i benefici fiscali riconosciuti a chi effettua lavori di ristrutturazione edilizia vi è anche il bonus mobili ed elettrodomestici, agevolazione che consente di portare in detrazione fiscale il 50 per cento della spesa sostenuta, da ripartire in 10 rate nella dichiarazione dei redditi dell’anno d’imposta di riferimento e in quelli successivi.

L’importo dello sconto fiscale a partire dal 1° gennaio 2024 dovrà essere calcolato su un limite massimo di spesa fissato a 5.000 euro. Fino al 31 dicembre 2023 il tetto massimo detraibile è invece fissato a 8.000 euro e, si ricorda, per il 2022 era possibile detrarre un massimo di 10.000 euro di spesa, importo fissato invece a 16.000 euro nel 2021.

È quindi un percorso di progressiva riduzione quello previsto per la detrazione del 50 per cento riconosciuta in caso di acquisto di arredi ed elettrodomestici, che resta in vigore ma in versione ristretta, in assenza di modifiche in Legge di Bilancio 2024.

Anno Limite di spesa ammesso in detrazione
2021 16.000 euro
2022 10.000 euro
2023 8.000 euro
2024 5.000 euro

Non cambiano invece i requisiti generali per beneficiarne.

Potranno fruire del bonus mobili i contribuenti che effettuano lavori di ristrutturazione edilizia e che acquistano mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A per i forni, E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie, F per i frigoriferi e i congelatori, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica.

La detrazione del 50 per cento è riconosciuta a condizione che gli interventi di recupero del patrimonio edilizio che danno diritto a fruire del bonus per arredi e grandi elettrodomestici siano iniziati a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto.

Quindi, ai fini dell’accesso al beneficio della detrazione del 50 per cento per il 2024 è necessario che i lavori di ristrutturazioni siano iniziati dal 1° gennaio 2023.